I templi di Paestum

I templi di Paestum

Paestum è l'antico nome latino di Poseidònia (città sacra a Poseidóne, dio del mare), situata nella Piana del Sele, a 30 km dalla costiera amalfitana e all'inizio della costiera Cilentana. Sorta nell VII secolo a.C. come colonia di Sýbaris (l’attuale Sibari), fu fondata da popolazioni greche di origine achea intorno al 720 a.C.


L'antica città è racchiusa tra 4 porte ai 4 punti cardinali, la città si presentava con una regolare struttura a pettine, con tre grandi strade parallele orientate in direzione Est-Ovest e una rete di molteplici vie minori, perpendicolari alle prime, e orientate in direzione Nord-Sud.


A nord della prima delle tre strade principali vi è l’area del santuario dedicato ad Athena, con un grande tempio , il tempio di Athena. La città vera e propria si estende a sud del tempio di Athena, con l’agorà e  altri principali edifici pubblici, mentre tra la strada di mezzo e quella più meridionale si trova la vasta area del santuario dedicato a Poseidone, con il tempio di Hera (la Basilica) e il tempio di Nettuno (il Poseidonion)